(IN) Netweek

MILANO

Telefonate per luce e gas, anziani a rischio imbroglio L’amico del popolo di Roberto Poletti

Share

Continuo a ricevere telefonate - non richieste - da parte di signorine che esaltano i vantaggi di un operatore di luce e gas rispetto a quello con cui mi trovo attualmente. Mi vogliono vendere un contratto, insomma. E sono particolarmente insistenti, così da costringermi spesso a trattarle davvero male. Sono convinto che la stessa cosa capita a tutti voi, almeno un paio di volte la settimana. Nel mercato libero dell'energia, esiste un regime di concorrenza tra gli operatori regolato da obblighi a tutela del consumatore stabiliti dall'Autorità per l'Energia Elettrica il Gas e il Sistema Idrico, che dovrebbe garantire una maggiore efficienza del mercato e assicurare al consumatore finale libertà di scelta. In realtà io, che faccio per lavoro il giornalista e che, costretto dal mio lavoro, sono mediamente informato su tutto, fatico a comprendere. Mi dicono che l’operatore x è migliore dell’operatore y e mi illustrano una marea di vantaggi. In più, promettono regali. In realtà, sappiamo benissimo tutti che esistono delle clausole nascoste che non vengono spiegate. Se aderiamo a un contratto senza leggere bene le condizioni, rischiamo la batosta. Per questo, stiamo attenti e trattiamo con diffidenza le persone dall’altra parte del telefono. Ci vorrà tempo perché si possa capire meglio tutto. Nel frattempo, migliaia di famiglie ogni giorno, finiscono in una specie di trappola. Sono preoccupato soprattutto per gli anziani e le persone più deboli. Peccato che il governo non abbia pensato a niente per non farli finire nella rete di aziende senza scrupoli.

Leggi tutte le notizie su "Giornale di Merate"
Edizione digitale

Autore:plt

Pubblicato il: 04 Luglio 2017

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Commenti

Hai a disposizione 2500 caratteri

Ne stai uililizzando 20

Per commentare devi essere loggato.