(IN) Netweek

MERATE

Immancabile l’agnello al forno Il segreto é la carne che dev’essere tenera, poi non resta da fare che cuocerla e insaporirla

Share

Sul tavolo pasquale, come tradizione impone, non può mancare l’agnello (o in alternativa il capretto) al forno con patate. Si tratta di una ricetta facilissima da preparare e di sicura ottima riuscita, l’unico discrimine è la qualità della carne quindi meglio fornirsi da un macellaio veramente di fiducia che assicuri la tenera età dell’ovino (altrimenti è buono lo stesso ma magari un po’ più duro al morso). L’agnello è il piatto forte di Pasqua, ma anche (e pochi questo lo sottolineano) delle festività natalizie in alcune regioni italiane. Cosa c’è da sapere ancora? L’agnello è un ovino, allevato principalmente per la sua carne tenera e gustosa. L’agnello del resto è l’animale sacrificale per eccellenza nelle culture cattoliche che si affacciano sul bacino Mediterraneo. La carne di agnello ha un sapore caratteristico e gradevole, anche se particolare (non piace a tutti) soprattutto se l’animale è molto giovane e di buona costituzione. Inoltre, si presta bene a tante ricette e si abbina con gli ingredienti più svariati come l’uva o le melanzane. In alternativa, può essere condito con il tè verde e addirittura essere protagonista di un originale cous-cous. La fornitura calorica: solo 120 calorie per 100 gr. di carne magra. In buona sostanza, per cucinarlo basta lavare i pezzi di costine o cosce sotto acqua corrente e poi lasciarle ad insaporirsi in un’insalatiera con vino bianco e rosmarino. Poi mettere in forno con patate e sale, assicurarsi della doratura perfetta e servire in tavola a commensali buongustai.

Leggi tutte le notizie su "Giornale di Merate"
Edizione digitale

Autore:bgf

Pubblicato il: 04 Aprile 2017

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Commenti

Hai a disposizione 2500 caratteri

Ne stai uililizzando 20

Per commentare devi essere loggato.