(IN) Netweek

RONCO BRIANTINO

La perdita del nucleo famigliare: il ruolo non solo giuridico dell’Avvocato

Share

Il diritto di famiglia è una branca del diritto che si distingue per le proprie peculiarità, trattandosi in buona sostanza della necessità di un intervento istituzionale per la regolamentazione di diritti personalissimi e che toccano molto da vicino la sfera affettiva.

Quanti di noi si rivolgano ad uno studio legale al fine di essere assistiti nella difficile decisione di chiedere la separazione dal coniuge o la cessazione degli effetti civili del matrimonio (divorzio), lo faranno con una grande pena nel cuore ma anche inconsapevoli di ciò a cui andranno incontro in termini legali.

Sono molti infatti gli aspetti che entrano in gioco quando finisce una relazione affettiva, la destinazione della casa famigliare, la divisone del patrimonio in comune e soprattutto la regolamentazione dell’affidamento della prole e il mantenimento per il coniuge debole e per i minori; molto spesso ognuno di questi argomenti si traduce in una situazione di altissima conflittualità che deve essere affrontata non solo dal punto di vista legale, ma anche psicologico ed affettivo.

«Si tratta di vicende che devono necessariamente prescindere dalle normali dinamiche del processo che vede contrapporsi su fronti opposti ‘parti’ e ‘controparti’ in lite», spiega l’avvocato Antonino Crea il cui Studio da anni si occupa di diritto di famiglia, «occorre porre particolare attenzione agli interessi di entrambi i coniugi ma in modo ancora più significativo alle imprescindibili esigenze dei minori».

La cronaca ci racconta diversi casi nei quali la fine di un matrimonio si è tradotta in una tragedia, che si tratti di femminicidio, di disagi economici che comportano un impoverimento di tutto il nucleo famigliare disgregato o di madri e padri privati di fatto del proprio ruolo dal genitore affidatario che abusa delle facoltà concessegli. «II ruolo dell’avvocato è di cruciale importanza perché l’obiettivo è quello di cercare una soluzione congiunta e condivisa ogni qual volta sia possibile, in modo da non alimentare la conflittualità tra coniugi», racconta l’avvocato Crea. «Per questo motivo il mio Studio già da tempo ha dato avvio ad una collaborazione con il centro “Onda Psi” di Vimercate gestito dalla psicoterapeuta dottoressa Simona Giovanditti, in modo da essere pronti e preparati ad affrontare, se necessario, anche gli aspetti psicologici connessi alla separazione e al divorzio».

Una collaborazione che ha trovato nel progetto “Un Avvocato in Famiglia” la propria realizzazione, uno sportello di supporto legale e psicologico che verrà allestito due volte al mese presso il centro Onda Psi di Vimercate in Piazza Marconi n. 7/D, al fine di fornire le prime informazioni generali utili ad affrontare nel miglior modo possibile il percorso di separazione e divorzio ed in generale tutte le situazioni legate a problemi famigliari e di convivenza.

«E’ un progetto ispirato alle esperienze degli ultimi anni durante i quali ci siamo trovati ad affrontare casi complessi e delicati per la cui trattazione il confronto con un esperto psicoterapeuta si è rivelato fondamentale» precisa l’avvocato Crea. «Il nostro scopo è quello di informare i cittadini in modo che possano prendere decisioni consapevoli dal punto di vista legale ed avere allo stesso tempo la possibilità di ricevere il supporto di un professionista che possa guidarli nella gestione delle emozioni che inevitabilmente entrano in gioco in queste situazioni».

Lo sportello «Un Avvocato in Famiglia« si terrà due volte al mese e verrà inaugurato mercoledì 5 aprile dalle 16:00 alle 18:00 e proseguirà mercoledì 19 aprile ai medesimi orari, presso il Centro Onda Psi di Vimercate, Piazza Marconi 7/D; in tale occasione lo Staff dello Studio Legale Crea sarà a completa disposizione di quanti avranno domande e curiosità rispetto alla gestione di problemi famigliari e di convivenza, fornendo delle prime indicazioni pratiche in tal senso.

Leggi tutte le notizie su "Giornale di Merate"
Edizione digitale

Autore:ces

Pubblicato il: 28 Marzo 2017

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Commenti

Hai a disposizione 2500 caratteri

Ne stai uililizzando 20

Per commentare devi essere loggato.