(IN) Netweek

MERATE

Pensione, dog-sitter oppure il vicino! Fido e Micio, in vostra assenza, devono essere seguiti da persone di fiducia

Share

In questo periodo dell'anno il pensiero non corre solo alle vacanze, ma anche al benessere dei piccoli amici a quattro zampe. Le cose a cui pensare sono davvero molte...

Chi sceglie di non portare con sé gli animali in vacanza deve preoccuparsi di lasciarli in buone mani. Se vengono lasciati in casa è fondamentale che un vicino, o comunque una persona di fiducia del proprietario (sempre più diffusa la figura professionale del dog-sitter che si reca quotidianamente a domicilio per accudire gli animali soli in casa), li controlli regolarmente, dia loro acqua e cibo con regolarità, verificando che non soffrano il caldo e che abbiano accesso ai loro spazi abituali. Un consiglio per chi fa soggiornare gli animali in locali in cui è in funzione l'aria condizionata: evitare che il cane o il gatto si posizioni direttamente sotto il bocchettone dell'aria fredda per evitare problemi gastrointestinali. Per quanto riguarda l'acqua l'animale ne deve avere a disposizione tanta e deve essere cambiata spesso.

L'alimentazione d'estate deve rimanere la stessa. Un unico accorgimento: preferire il cibo secco, se l'animale non finisce subito il cibo umido, questo può diventare un ricettacolo di batteri o attirare insetti.

Se, invece, si decide di affidare gli animali a una pensione, per la scelta è buona norma chiedere consiglio al proprio veterinario o al negozio di articoli per animali nel quale ci si serve abitualmente. Di certo sapranno consigliare strutture sicure da ogni punto di vista.

Leggi tutte le notizie su "Giornale di Merate"
Edizione digitale

Autore:afm

Pubblicato il: 20 Giugno 2017

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Commenti

Hai a disposizione 2500 caratteri

Ne stai uililizzando 20

Per commentare devi essere loggato.