(IN) Netweek

MERATE

Numerosi benefici per chi la pratica C’è anche l’ippoterapia, perfetta per chi ha problemi psichici, fisici e relazionali e nelle forme di paralisi cerebrale infantile

Share

Quali i vantaggi dell'equitazione? In primo luogo è uno sport che favorisce il contatto con la natura; quindi permette ai ragazzi di conoscere il cavallo, un animale mansueto e facile da farsi amico.

Ideale per tutti coloro che desiderano praticare uno sport all'aria aperta, se fatto con continuità, questo sport apporta molteplici effetti positivi fisici e psicologici: migliora il tono e l'elasticità dei muscoli di gambe e braccia; sollecita in modo positivo l'apparato cardiovascolare; gli spostamenti sulla sella permettono di sviluppare l'equilibrio e la sensibilità visiva.

Inoltre, siccome a cavallo le distrazioni non sono ammesse, l'equitazione abitua a tenere sotto controllo la situazione, il nostro corpo e quello dell'animale: in poche parole, grazie a essa aumenta la concentrazione.

L'aspetto più importante di questo sport è quello psicologico, perché proprio la stretta convivenza con il cavallo permette di ridurre stress ed ansie; in più, prendersi cura del proprio animale permette, soprattutto ai ragazzi, di responsabilizzarsi e di sentirsi utili.

Anche se già nel 300 a.C. Ippocrate consigliava lunghe cavalcate per combattere ansia e insonnia, il primo trattato scientifico sui benefici effetti dell'ippoterapia venne stampato nella seconda metà del 1700 a cura del medico Giuseppe Benvenuti.

In Italia l'ippoterapia fu introdotta nel 1975 grazie alla dottoressa belga Danièl Nicolas Citterio, che promosse la cosiddetta Terapia con il Mezzo del Cavallo in collaborazione con l'Associazione Nazionale di Riabilitazione Equestre.

Tra le tante qualità che lo rendono idoneo a tale pratica, il cavallo possiede calore, morbidezza, sguardo intenso, movimenti ritmici, è un animale sensibile e recettivo verso tutti i tipi di comunicazione ed è in grado di generare sentimenti ed emozioni intense. L'ippoterapia è applicata con ottimi risultati in tutte le persone con problemi psichici, fisici e relazionali, come nelle forme di paralisi cerebrale infantile, sindrome di Down, autismo e in tutti in quei casi in cui è necessario un intervento riabilitativo dopo incidenti e traumi.

Leggi tutte le notizie su "Giornale di Merate"
Edizione digitale

Autore:afm

Pubblicato il: 18 Luglio 2017

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Commenti

Hai a disposizione 2500 caratteri

Ne stai uililizzando 20

Per commentare devi essere loggato.