(IN) Netweek

MERATE

Alla scoperta del falco pellegrino

Share

Scientificamente conosciuto con il nome di Falco Peregrinus, questo rapace è noto per la straordinaria velocità che può raggiungere in picchiata.

Lo si riconosce facilmente: segni distintivi, infatti, sono la forma lunga e appuntita che gli viene conferita dalle penne remiganti, molto lunghe.

I maschi, come accade anche per altri rapaci, sono più piccoli delle femmine: queste ultime, infatti, solitamente sono più grandi del 15-20% e pesano circa il 40-50% in più dei maschi.

Le varianti regionale di questo volatile sono 19. Si differenziano tra loro soprattutto per le dimensioni e per il colore. Coda corta e sottile, ma ali lunghe e affusolate sono i tratti distintivi che rendono i falchi pellegrini riconoscibili agevolmente in tutto il mondo.

L’apertura alare di questo bellissimo rapace va dai 91 ai 112 cm, mentre il peso medio è intorno ai 900 g.

Lo troviamo in tutti i continenti, con l’eccezione dell’Antartico. Non è presente invece nelle foreste pluviali e negli ambienti eccessivamente freddi e secchi.

Leggi tutte le notizie su "Giornale di Merate"
Edizione digitale

Autore:afm

Pubblicato il: 18 Luglio 2017

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Commenti

Hai a disposizione 2500 caratteri

Ne stai uililizzando 20

Per commentare devi essere loggato.