(IN) Netweek

LA VALLETTA BRIANZA

Clamorose dimissioni in Consiglio: dopo Tamburini se ne va anche Marina Galbusera. E la prima consigliatura del Comune nato da fusione entra in agonia

Share

Clamorosa seduta di consiglio comunale a La Valletta Brianza. Clamorose le ennesime dimissioni di cui il sindaco Roberta Trabucchi  ha dovuto prendere atto e quindi dare notizia all'assise riunita stasera in seduta straordinaria, peraltro rifacendo l'appello perché era venuto a mancare il numero legale. Dopo il vicesindaco Emiliano Tamburini, protagonista all'inizio della settimana di un eclatante  "passo indietro" che ha più che azzoppato la Giunta (già orfana di Marco Lanzotti, delega ai Lavori pubblici,  e poi di Silvia Tresoldi, Bilancio), anche Marina Galbusera (ex sindaco di Rovagnate, ora consigliere capogruppo di maggioranza) si è "sfilata". E anche agli osservatori più sprovveduti questo forfait è suonato come un “obbedisco!” ad un ordine di ritirata schioccato dalla "parrocchia" di Rovagnate, a decretare la fine prematura di una consigliatura che ormai non avrebbe più le forze (quanto meno il necessario supporto politico) per proseguire. Al fianco di Trabucchi resta infatti ormai solo Paola Panzeri, ex sindaco di Perego, l'altro capogruppo di maggioranza, peraltro designata a metà della settimana assessore ai Lavori pubblici. Una nomina che doveva puntellare l'esecutivo decimato, estrema mossa giocata dal sindaco sullo scacchiere di quello che, è ormai evidente, è un braccio di ferro iniziato dopo le dimissioni di Lanzotti. Un braccio di ferro tra due Panzeri. Da un lato la pereghina Paola, dall'altro l'ex  primo cittadino Marco Panzeri, eminenza grigia di Villa Sacro Cuore. Stando alle indiscrezioni circolate nel corso della settimana per decifrare il castello di carte che stava precipitando,  pare che a ricoprire la delega ai Lavori pubblici dovesse essere proprio lui. Non chiare le ragioni per cui l’affidamento della delega non è andata in porto. Sembra che Trabucchi non abbia voluto accondiscendere a certe condizioni. Fatto sta che, in seguito, da sotto il traballante tavolo di Trabucchi si sono sfilate le gambe di Tamburini e  ora anche di Galbusera.  Una sorta di "muoia Sansone con tutti i filistei", che potrebbe a questo punto mettere davvero fine, anzitempo, alla prima amministrazione de La Valletta Brianza, comune neonato per fusione di Perego e Rovagnate due anni fa. Una fine imprevedibile, a quanto pare dovuta più a personalismi mal assortiti che a veri motivi politici.  Si attendono ulteriori sviluppi o il definitivo de profundis.   

Leggi tutte le notizie su "Giornale di Merate"
Edizione digitale

Autore:cca

Pubblicato il: 15 Giugno 2017

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Commenti

Hai a disposizione 2500 caratteri

Ne stai uililizzando 20

Per commentare devi essere loggato.